Siamo tutti maestri poliglotti e invisibili

Maria Grazia Calandrone ci racconta la sua esperienza da Matemù con i Piccoli Maestri. Ringraziamo, come sempre, Rino Bianchi per il supporto fotografico. A breve pubblicheremo il calendario con il prossimo ciclo di incontri. Buona lettura e buon anno.

È andata che abbiamo cominciato a parlare del motivo della poesia. Il centro del mio discorso voleva essere la parola di Celan sulla Shoah, la sua splendida rosa di nessuno, dimostrazione di come fiorisca il fiore della parola anche sul più sistematico tra i massacri e oltre l’evidenza dell’assenza di Dio, perché un poeta grande come Celan, lì dove manca Dio, istituisce la disperata religione della Parola. Avevo portato con me anche l’occhio senza riparo dal Galateo in bosco di Zanzotto, che fissa il punto dove le macerie di guerra toccano la zolla verde dei suoi boschi e fanno ancora sangue – e avevo i Versi livornesi di Caproni che, grazie all’energia propulsiva delle parole, poté osare il fidanzamento mitico con la sua mamma ragazza che tacchettava nell’alba per le vie di Livorno.
Continua a leggere

Paul Celan e la rosa di nessuno

Chiusura al femminile del primo ciclo di incontri da Matemù. Lunedì 19 dicembre Maria Grazia Calandrone accompagnerà i ragazzi alla scoperta dei versi di Paul Celan, proponendo alcune poesie dalla raccolta La rosa di nessuno. Gli appuntamenti con i Piccoli Maestri riprenderanno con l’anno nuovo, al termine della pausa natalizia. Nei prossimi giorni verrà aggiornato sul blog il calendario. Nel frattempo non perdete questo incontro, lunedì 19 dicembre alle 16.30 da Matemù, in Via Vittorio Amedeo II n.14.

Birra e cazzotti da Matemù

Lunedì 12 dicembre, ore 16.30 da Matemù (Via Vittorio Amedeo II n.14, Roma), Diego Rossi proporrà ai ragazzi la lettura di Birra e cazzotti di Brendan O’ Carroll, edito da Neri Pozza. Nella scorsa settimana, Diego ha segnalato l’appuntamento con i Piccoli Maestri a Sabine Shultz e Daniela Pagani (responsabili della casa editrice), che hanno mostrato il loro entusiasmo al progetto, regalando una decina di volumi della propria collana ai ragazzi del centro Matemù. È un gesto splendido, nella sua semplicità, a cui vogliamo dare visibilità, nella speranza, chissà, che altre case editrici decidano di imitarlo.

Tra i libri regalati da Neri Pozza, oltre a tre copie di Birra e cazzotti, compaiono anche Le quattro casalinghe di Tokyo di Natsuo Kirino, Empietà di Tehmina Durrani, La terra dei gelsomini di Gilbert Sinoué, Nabateo lo scriba di Youssef Ziedan, Dolceamaro a Bombay di  Namita Devidayal, La città della luce tranquilla di Bo Caldwel, La specialista del cuore di Claire H. Rothman, Per mare e per terra di Mitchell J.Kaplan, Vita breve di un giovane gentiluomo, Jean Teulé di Luce Proibita, David Rocklin di L’uccello beffardo di Gerald Durrell e Il trono cremisi di  Sudhir Kakar.

Segue un breve passaggio dal libro Birra e cazzotti, scelto da Diego Rossi, per invitarvi tutti all’incontro di lunedì … Anthony “Sparrow” McCabe aveva sull’occhio destro un bitorzolo grosso come una pallina da golf. La palpebra sinistra era tumefatta e sembrava particolarmente infiammata in corrispondenza dei quattro punti di sutura. Sotto i baffi castano scuro, il labbro era gonfio, e gli zigomi sfoggiavano tutti i colori dell’arcobaleno.
Continua a leggere

Piccoli Maestri a Più Libri Più Liberi 2011

In occasione della fiera della piccola e media editoria, la Provincia di Roma ha organizzato un incontro per presentare il progetto Piccoli Maestri al popolo dei lettori. L’appuntamento è domenica 11 dicembre, alle ore 18 presso la Sala Diamante. Interviene l’Assessore alle Politiche Culturali Cecilia D’Elia insieme alle scrittrici Elena Stancanelli e Carola Susani e allo scrittore Christian Raimo

Madame Bovary all’ITIS Fermi di Roma

Il progetto Piccoli Maestri nasce con l’intento di andare nelle scuole a proporre agli studenti romanzi, poesie, novelle di cui siamo innamorati; nasce con la speranza di trasmettere ai ragazzi la scintilla, la passione per la lettura. Accogliamo così con grande piacere l’invito del preside, degli insegnanti dell’Istituto Tecnico Industriale Enrico Fermi, ad andare da loro, a raccontare una storia. Il nostro inviato speciale è Giorgio Vasta; il libro che ha scelto è Madame Bovary di Gustave Flaubert. L’appuntamento è mercoledì 7 dicembre alle 10 del mattino. L’ITIS Fermi si trova in Via Trionfale 8737.