Piccoli Maestri #readerguest di @stoleggendo (26-27 maggio)

aaacccIl 26 e il 27 maggio i Piccoli Maestri saranno coinvolti come #readereguest nell’avventura di @stoleggendo, un progetto no-profit di incentivazione alla lettura promosso  dal giornalista Francesco Musolino per raccogliere in centoquaranta caratteri citazioni tratte dai libri preferiti.

Due giorni insieme su twitter, dove racconteremo le storie che più abbiamo amato, scegliendo con cura e passione parole e citazioni da condividere con i follower dell’iniziativa. Per maggiori informazioni, per capire meglio come funziona, per scoprire le date e gli scrittori coinvolti: http://francescomusolino.com/stoleggendo/

Annunci

Piccoli Maestri alla Grande Invasione

Dal 30 maggio al 2 giugno si svolgerà a Ivrea la seconda edizione del festival della lettura La grande invasione. Il programma, ricco di appuntamenti di ogni genere (laboratori di lettura, seminari dedicati alla traduzione, spettacoli teatrali, concerti, mostre), è disponibile già da qualche giorno sul sito della manifestazione. Il fil rouge che lega gli eventi in calendario è la celebrazione dei centenari di autori italiani e stranieri: Anna Maria Ortese, Marguerite Duras, Ralph Ellison, Julio Cortázar, solo per citarne alcuni.

pm_giNei mesi di aprile e maggio i Piccoli Maestri hanno avuto l’onore e il piacere di dare vita a un mini ciclo di incontri nelle scuole di Ivrea, coinvolgendo così gli studenti in un piacevole clima di attesa. Con lo stesso entusiasmo, i Piccoli Maestri torneranno a Ivrea dal 30 maggio al 2 giugno per raccontare alcuni degli autori di cui si celebra il centenario, durante le mattinate del festival. Il calendario degli incontri con i Piccoli Maestri è il seguente:

Venerdì 30 maggio ore 10.30-11.30 – Santa Marta
Luca Scarlini racconta Dylan Thomas

Sabato 31 maggio ore 10.30-11.30 – Santa Marta
Luca Scarlini racconta Towe Jansson
in collaborazione con il festival Caffè Helsinki

Domenica 1 giugno ore 10.30-11.30 Santa Marta
Elena Stancanelli racconta Anna Maria Ortese

Lunedì 2 giugno ore 10.30-11.30 Santa Marta
Sandra Petrignani racconta Marguerite Duras

Lunedì 2 giugno ore 12.00-13.00 Santa Marta
Christian Raimo racconta Ralph Ellison

Per prendere visione del programma completo della manifestazione, cliccare qui.
Ringraziando nuovamente l’organizzazione del festival, per aver invitato i Piccoli Maestri a partecipare, vi lasciamo con una piccola proposta. Aspettando la Grande Invasione, vi invitiamo ad ascoltare insieme a noi la messa in onda delle registrazioni degli incontri che si sono tenuti nella scuole di Ivrea. Si comincia venerdì 23 maggio, intorno alle 19.10. Apre le danze Marco Rossari, alle prese con I sessanta racconti di Dino Buzzati. A seguire, nella prossima settimana, Paolo Cognetti e Demetrio Paolin si confrontano con Ernest Hemingway e Cesare Pavese.

underadio_red_lGli appuntamenti saranno trasmessi da UndeRadio, web radio legata al progetto Save The Children, altro partner ufficiale della Grande Invasione.

Ninna nanna (per piccoli criminali)

Riprendiamo, con piacere, le proposte di lettura per gli appuntamenti futuri dei Piccoli Maestri. È il turno di Debora Ferretti che ci presenta Ninna nanna per piccoli criminali di Heather O’Neill.

littlecatsNinna nanna per piccoli criminali ridefinisce i concetti di infanzia, di casa, di prendersi cura, di paternità e maternità. In questo romanzo nulla di ciò che ha a che fare con la famiglia aderisce alla norma: un ragazzo che diventa padre a quindici anni; una madre disturbata che grava senza dignità sul figlio adolescente; una dodicenne che si barcamena tra vagabondaggi, droga e prostituzione; una madre affidataria impietosa e distratta. Qui non sono i grandi a scortare i piccoli nella crescita, qui manca del tutto la separazione tra accudito e accudente, tra chi è responsabile e chi deve imparare a esserlo. Dice bene la protagonista: «Se i miei genitori fossero stati adulti non mi avrebbero chiamata Baby». E infatti in questo racconto di emarginazione sociale e affettiva, manca la linea di demarcazione tra adulti e bambini: ognuno, grande o piccolo, compie il medesimo sforzo di sopravvivenza e rinascita quotidiana. Ecco perché non ci si schiera dalla parte di nessuno, perché sono tutti miserabili e bisognosi allo stesso modo, tutti vittime di sé, degli eventi, delle condizioni, di qualcun altro. Ninna nanna per piccoli criminali è un trattato implacabile sull’influenza dell’ambiente sociale e sulle occasioni che la vita ti toglie già in partenza. È uno scorcio sul degrado e la deviazione, sulla cattiveria e la solitudine del diventare grandi prima del tempo. Ma è anche un’invocazione a chiamarsi fuori da un’esistenza che sembra già scritta, a comandare gli eventi che ci circondano, a fare storia a parte. Una fiaba della crudeltà e della speranza.

Uno scrittore fantasma a Città di Castello

Lo scrittore fantasma di Philip Roth è uno dei libri di cui si è parlato durante gli appuntamenti dei Piccoli Maestri organizzati in occasione del festival Calibro, nell’affascinante cornice di Città di Castello. Nel report a seguire, Giovanni Pannacci  racconta come è andata.

macchina-da-scrivereLo scrittore fantasma è stato uno dei primi libri che mi è venuto in mente quando ho pensato a un romanzo da raccontare a ragazzi e ragazze poco più che adolescenti. I libri, però, sono un po’ come le persone incontrate nel passato e mai più riviste: finisce che col tempo ne conservi solo le caratteristiche più evidenti e nette, dimenticandone i contorni. Così quando ho riletto il romanzo sono emersi aspetti che mi hanno fatto dubitare della mia scelta, ma ormai la decisione era presa. E la sfida con me stesso pure.
Ho pensato di tirare fuori dalla storia di Roth tre o quattro temi che fossero immediatamente riconoscibili dagli studenti di una seconda liceo. Il talento e cosa si è disposti a fare per seguire i propri sogni; il conflitto con i genitori e, ovviamente, l’amore e i suoi sconquassi. Continua a leggere

Parliamo di aviazione e deserti, pecore e baobab

Chiara Mezzalama e Il piccolo principe ospiti della scuola elementare di Viale Adriatico. Un po’ di tempo fa. Grazie Chiara, per questo tuo racconto.

pet_prince_skySarà la mattinata di sole dopo tante giornate di pioggia, sarà la nebbia che sale da villa Ada, sarà il richiamo di Maria Montessori, ma questa mattina inforcando il motorino per andare a leggere alla scuola elementare di Viale Adriatico, mi sono sentita felice. Nella borsa a tracolla soltanto un libro, la vecchia edizione Bompiani del Piccolo Principe che costava 6.000 lire. Mi sento senza età, come questo racconto che continua a vivere di vita propria, resistendo miracolosamente a tutti gli attacchi del peggior merchandising di questi anni. Vado in seconda elementare. Bambini di sette anni. Parliamo di aviazione e di deserti. Di boa, baobab, pecore e rose, volpi galline e cacciatori. E di quell’ometto con i capelli colore del grano che non rinuncia mai a chiedere. E non risponde alle domande.
I bambini volevano ricevermi in biblioteca, purtroppo però non si è trovata la chiave per aprirla. Ma non succede così anche nel racconto di Saint-Exupéry? Gli incidenti, grandi o piccoli, creano occasioni. Finiamo nel teatro, illuminato da una strana luce gialla e così i grembiulini blu diventano verdi, e anche la copertina del mio libro. È un bel modo per entrare nella dimensione del fantastico. In quel mondo che gli adulti non sanno o non vogliono più capire, e che invece avvolge l’infanzia. Questo Antoine de Saint-Exupéry ce lo racconta davvero bene. E Maria Montessori ne ha fatto la ragione della sua vita.

Maggio con i Piccoli Maestri

libri_bugieCon l’arrivo di maggio, entriamo di fatto nel gran finale del terzo anno di attività dei Piccoli Maestri. Un finale col botto se si pensa che, tralasciando i fine settimana, abbiamo in calendario un incontro ogni quarantotto ore. Si intrecciano, nelle prossime settimane, alcuni dei principali filoni con cui abbiamo lavorato finora e con cui speriamo di continuare a lavorare in futuro: tre appuntamenti in quel di Ivrea, #aspettandolagrandeinvasione, per completare questo mini ciclo di letture che apre la strada alla seconda edizione del festival di lettura La Grande Invasione; continuano, a spasso tra la biblioteca Marconi, la biblioteca Longhena e la biblioteca Appia di Roma, gli incontri organizzati in collaborazione con la rete dei bibliopoint e delle biblioteche romane; chiudiamo in bellezza con le scuole che ci scrivono, chiedono informazioni, ci accolgono, ci invitano a tornare. Per tutto questo, non possiamo che ringraziare i docenti, e gli istituti che rappresentano, per la fiducia e l’attenzione nei confronti del nostro lavoro. Il vostro sostegno è importante. Grazie.

3.5.2014, Liceo Classico P. Giannone di Benevento
Isabella Pedicini e L’isola di Arturo di Elsa Morante

6.5.2014, Liceo Farnesina di Roma
Vins Gallico e Delitto e castigo di Fëdor Dostoevskij

6.5.2014, Liceo Scientifico Antonio Gramsci di Ivrea
Paolo Cognetti e I racconti di Nick Adams di Ernest Hemingway

8.5.2014, Scuola Media Da Vinci IC Ivrea 1
Marco Rossari e I sessanta racconti di Dino Buzzati

12.5.2014, IC Alberto Burri di Trestina di Città di Castello
Paola Rondini e I viaggi di Gulliver di Jonathan Swift

12.5.2014, Istituto Comprensivo Via Padre Semeria di Roma

Roberto Carvelli e Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry

Continua a leggere