Calendario maggio Piccoli Maestri

E ci troviamo così all’ultimo giro di boa prima delle tanto attese vacanze, del meritato riposo e di qualche buona lettura, si spera, sotto l’ombrellone. Approfittiamo di maggio per provare a coprire le richieste inevase durante la stagione. Ai professori che non riusciremo ad accontentare porgiamo da subito le nostre scuse, impegnandoci a riallacciare i contatti non appena le attività didattiche avranno nuovamente inizio.

magpavRingraziamo come sempre la Regione Lazio, per l’attenzione che ha rivolto in questi mesi al nostro lavoro e per averci invitato a prendere parte al programma di attività presso il loro Stand all’interno del Salone Internazionale del Libro di Torino. Ne approfittiamo per segnalare che quest’anno il Lazio è la Regione ospite del Salone. E Lidia Ravera, Assessore alla Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio, sarà la madrina dell’evento. Il Salotto Laziosalonelibro14, nello stand allestito nel Padiglione 3, P102-R101, sarà il fulcro delle attività: i Piccoli Maestri parteciperanno al ricco calendario dando vita ad appuntamenti a colazione con i giovani lettori che conosceranno i grandi romanzi per l’infanzia.

Per prendere visione del programma completo è possibile visitare la pagina dedicata agli eventi del Salone all’interno del sito della Regione Lazio. Segue l’elenco degli incontri organizzati in collaborazione con i Piccoli Maestri.

Giovedì 14 ore 10.30 A colazione con…. Skelling
Promosso da Regione Lazio, Arsial, Carta Giovani/CTS.
A cura di Fabio Geda
Venerdì 15 ore 11:00 A colazione con… Il Piccolo Principe
Promosso da Regione Lazio, Arsial, Carta Giovani/CTS.
A cura di Carlo Grande
Lunedì 18 ore 10:30 A colazione con… Zanna Bianca
Promosso da Regione Lazio, Arsial, Carta Giovani/CTS.
A cura di Serena Gaudino

Procede contemporaneamente l’attività ordinaria con nuovi appuntamenti nelle scuole che continuano a invitarci e mostrare fiducia nell’operato dell’associazione. Continua a leggere

Annunci

Due giorni di orgoglio e pregiudizio

All’inizio di febbraio, la nostra Elisabetta Liguori ha lasciato per un paio di giorni la Puglia per accompagnare Orgoglio e pregiudizio e i personaggi di Jane Austen in giro per le scuole di Roma. Ringranziandola per la passione con cui macina chilometri e pagine per i Piccoli Maestri, leggiamo un breve report di questa due giorni di letture.

pride_prejudiceUna doppietta? Mi sono detta: non sono capace, e invece. Per un piccolissimo maestro che viene da Lecce come me, dovrebbe essere più comodo fissare due incontri ravvicinati e poi non pensarci più per qualche mese, ma temevo di stancarmi troppo, di perdere la voce o l’entusiasmo. E invece. Un libro cambia umore a seconda delle mani nelle quali finisce. Una volta non è uguale all’altra, anche se il piccolo maestro resta lo stesso e a stretto giro. Prima ho incontrato le ragazze del liceo pedagogico Gassman e, il giorno dopo, nella biblioteca Pasolini, zona Spinaceto, ho conosciuto un paio di classi del liceo Scientifico dello stesso quartiere. Ho portato con me sempre la medesima copia di Orgoglio e pregiudizio. Non la copia gloriosa dei primi anni ottanta che comprò mia madre per me, ma quella più recente ed economica che ho comprato io per mia figlia. Anche se lei ancora non l’ha letto, la Austen aspetta con me pazientemente che arrivi il momento giusto.

Continua a leggere

Tra gennaio e febbraio

libri-44Segnaliamo con piacere gli appuntamenti a cavallo tra gennaio e febbraio. Si parte con Il giornalino di Gian Burrasca, seguito da due piacevoli “esordi”: Uno, nessuno, centomila di Luigi Pirandello e Romeo e Giuletta di William Shakespeare. Chiude un doppio incontro dedicato a Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen. Ringraziamo i professori, i presidi, i responsabili delle biblioteche per la fiducia che ripongono giorno per giorno nel nostro progetto. Faremo il possibile per essere all’altezza del vostro entusiasmo.

30.1.2014, IC Via Cassia Plesso Amaldi

Elisabetta Mastrocola e Il giornalino di Gian Burrasca di Vamba

30.1.2014, Liceo Cavour di Roma
Francesco Pacifico e Uno, nessuno, centomila di Luigi Pirandello

1.2.2014, Liceo J.J. Rosseau di Roma
Igiaba Scego e Romeo e Giulietta di William Shakespeare

4.2.2014, Liceo Gassman di Roma
5.2.2014, Biblioteca Pasolini di Roma

Elisabetta Liguori e Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen

Podcast Piccoli Maestri UndeRadio

L’attività dei Piccoli Maestri nel primo trimestre dell’anno didattico 2013/2014 si chiude con venticinque appuntamenti all’attivo, organizzati principalmente tra le scuole di Roma e Benevento. A cui si aggiungono un centro di lettura nel cuore di Napoli, da cui siamo partiti, e il Museo Agro Pontino, tappa che precede di pochi giorni la pausa natalizia. Prima di pubblicare il consueto e gradito augurio, siamo attratti dall’idea farvi un piccolo regalo, che ci aiuta tra l’altro a raccontarvi il nostro lavoro e, soprattutto, come proviamo a farlo.

underadio_redVi abbiamo già parlato, un po’ di tempo fa, della collaborazione tra Piccoli Maestri e UndeRadio, web radio legata al progetto Save The Children e di come questa collaborazione abbia preso forma in un nuovo format battezzato Audiolibro che periodicamente propone registrazioni degli incontri con i Piccoli Maestri nelle scuole. Ci sembra bello oggi segnalarvi il podcast del primo esperimento, l’incontro del 15 novembre al Liceo Aristofane di Roma, dedicato a Se una notte d’inverno un viaggiatore di Italo Calvino, con il piccolo maestro Emiliano Sbaraglia. Lo potete ascoltare qui.

Ne approfittiamo per segnalarvi un’altra perla targata Piccoli Maestri e UndeRadio; potremmo definirlo un precedente storico di due anni fa circa. Il trenta gennaio del 2012, presso il centro di accoglienza giovanile Matemù a Roma, un gruppo di ragazzi chiacchiera ai microfoni di UndeRadio con Elisabetta Liguori, rivolgendole alcune domande relative al romanzo L’uomo che guardava passare i treni di Georges Simenon. Questo secondo audio lo potete ascoltare qui.

Speriamo che il regalo sia di vostro gradimento. Vi forniremo a breve dettagli sulle sorprese in cantiere per il nuovo anno alle porte. A presto e buone letture.

Segnalazioni

strilloneFelici della sempre maggiore attenzione che quotidiani e blog letterari dedicano al lavoro dei Piccoli Maestri, ritagliamo con piacere un piccolo spazio per la rassegna stampa delle ultime due settimane.

Si parte con un articolo di Andrea Valente dal titolo Insegnare a leggere? Lo fa uno scrittore a scuola (18 settembre, Linkiesta). A seguire un approfondimento di Emilia Zazza, Piccoli Maestri, scrittori uniti per la lettura in classe, pubblicato il primo di ottobre dal Corriere della Sera all’interno della nuova rubrica Scuola di vita. Chiude la rassegna Scrittori a scuola. Libri da scoprire, un pezzo di Elisabetta Liguori nella pagina culturale del Nuovo Quotidiano di Puglia del 2 ottobre.

Ci teniamo a ringraziare, oltre ovviamente agli autori degli articoli citati, tutte le persone che in questi giorni ne stanno diffondendo i contenuti attraverso i social network e tutti i docenti che stanno scrivendo per chiedere informazioni sul progetto (o anche semplicemente per complimentarsi dell’iniziativa). Nuotiamo nelle vostre mail e, citando il poeta, naufragar c’è dolce in questo mare.

La scoperta di Lolita

Martedì 19 marzo Elisabetta Liguori ha incontrato gli studenti del’ITIS Fermi di Roma. Insieme hanno parlato di Lolita, il capolavoro di Vladimirovič Nabokov. Abbiamo chiesto a Elisabetta di raccontarci come è stata accolta Lolita dai ragazzi.

Mi tocca ammetterlo. Quando avevo proposto il romanzo Lolita per il progetto Piccoli Maestri ero certa che nessuna scuola mi avrebbe chiesto di parlarne ai suoi ragazzi. Per questo avevo affiancato a Nabokov una delle opere più significative di Simenon, qualcosa che arrivasse diretta come un treno alle orecchie più giovani e che potesse suonare più familiare, più idoneo,  quand’anche senza essere più rassicurante. E invece. L’Itis E. Fermi di Roma ci ha creduto, io ho preso un taxi e alle dieci di mattina ero già là. Abbiamo lolitaaspettato i ragazzi di quarta e quinta superiore in biblioteca, un luogo immaginato, ancor prima che vissuto, carico di attese, di aspettative, di futuro. C’erano cinque copie di Lolita, avvolte nel cellophan e impilate sul tavolo, accanto ad una bottiglia di minerale. Mi sono presentata e poi ho presentato il mio professore HH. Il mio vecchio amico crudele e strampalato. Ho cominciato dalla prefazione, perché a nessuno nascesse la voglia di saltarla a piè pari, come spesso accade quando si ha fretta e si è golosi. Quella di Nabokov al suo romanzo non è una prefazione qualunque. È una dichiarazione d’intenti, un artificio letterario, un gioco di prestigio. Un’apoteosi morale che attribuisce il giusto senso a tutta la narrazione. Non se ne può prescindere. Così è arrivata tra noi Annabel, Dolores, Dolly, Lolita e tutte le ninfette di cui è abitato il mondo di HH. Abbiamo cercato di capire chi sono, da dove vengono, se son vittime e carnefici. A quel punto i presenti hanno drizzato le orecchie. Continua a leggere

Nabokov e la sua Lolita all’ITIS “E. Fermi”

lolDopo gli appuntamenti dello scorso anno con Giorgio Vasta, Tommaso Giartosio ed Emanuele Trevi, siamo felici di accogliere un nuovo invito da parte dei docenti dell’ITIS E. Fermi di Roma.

A inaugurare questo ciclo di incontri con gli allievi dell’Istituto sarà Elisabetta Liguori, che martedì 19 marzo racconterà il capolavoro di Vladimirovič Nabokov, Lolita.

Seguiranno, tra aprile e maggio, letture dedicate a Michail Bulgakov, Luigi Pirandello e Fëdor Dostoevskij.