A proposito dell’eleganza del riccio

pesceVenerdì 22 febbraio Chiara Mezzalama ha incontrato i ragazzi del Bibliopoint Vallauri di Roma. Ecco un breve resoconto della giornata.

Al Bibliopoint Vallauri questa mattina con i ragazzi di quinto abbiamo chiacchierato intorno al libro L’eleganza del riccio di Muriel Barbery. Ci siamo chiesti cosa significa questa frase di Paloma, la dodicenne suicidaria protagonista del romanzo: La gente crede di inseguire le stelle e finisce come un pesce rosso in una boccia. L’angoscia della boccia di vetro può essere forte ma esistono molti rimedi, tra i quali la lettura e la scrittura.

Abbiamo parlato della Francia borghese e decadente (come il resto dell’Occidente) e del Giappone, del fascino dell’esotico, delle persone che non si riconoscono nelle etichette che vengono date loro (come la portinaia Renée) e della solitudine di chi si sente migliore degli altri. Abbiamo parlato delle insidie della traduzione, di quanto sia difficile traghettare la musica da una lingua all’altra. Alla fine li ho stesi leggendo in francese!
È stato bello anche perché l’incontro è avvenuto in biblioteca, un luogo che li ho invitati a tenere vivo con le loro iniziative.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...